image

Fermiamo il Ministro Franceschini!

Minister of Culture plans to close down some of Italy’s major Opera Houses. Let’s stop it!

 

LETTERA – LETTER

Cari Amici,
grazie per aver sostenuto con le vostre firme la nostra petizione!
Senza risorse per pubblicizzarla e senza il supporto di nessun mezzo di informazione siamo riusciti in pochi giorni a raccogliere quasi 3300 firme da oltre trenta paesi diversi. Non speravamo tanto!

Anche grazie alla nostre firme il Ministro Franceschini ha ritenuto di fare un primo passo indietro precisando meglio le sue intenzioni in una recente conferenza stampa nella quale ha dichiarato che “14 fondazioni lirico sinfoniche, così come 4 mila musei per l’Italia non fossero troppe”. Tuttavia, subito dopo, aggiungeva che “quella della fondazione lirico sinfonica è una forma giuridica che si dovrà discutere se mantenerla per tutti i teatri”.

Una precisazione che non riduce le nostre preoccupazioni, in quanto sembrerebbe confermare la stessa volontà di ridurre le 14 fondazioni lirico sinfoniche, non chiudendole, ma trasformandone alcune in soggetti giuridici diversi, con il rischio che solo una parte dei teatri resterebbe di primo livello, mentre l’altra scadrebbe inevitabilmente in termini di qualità e di investimenti.

Per il momento abbiamo deciso di sospendere la raccolta della firme, in attesa di conoscere meglio gli sviluppi di questa situazione, e di promuovere nei prossimi mesi degli incontri di approfondimento sull’attuale situazione dei teatri d’opera italiani che possano culminare con la stesura di un documento condiviso da presentare in forma di petizione al Parlamento Europeo.

Grazie e a presto!

Università popolare dell’opera di Parma
****************
Dear Friends,
thank you for signing our petition!
With hardly no resources to promote our campaign and with little or no support from the public media, we still succeeded to reach almost 3,300 signatures from people from over 30 countries in few days. It’s more that we could hope!

Also thanks to the signatures submitted by our petition, Minister Franceschini partly reconsidered the whole matter and, speaking at a press conference, he recently declared that he didn’t mean that “14 opera houses and 4,000 museums are something Italy cannot afford”. Yet, soon after having stated that, he added that “The legal form of the “Fondazione lirico-sinfonica” (a non-profit, private-law foundation with the State as stakeholder) must be reconsidered and it must be discussed if it should be applied to all existing Opera Houses”.

Far from comforting us, this statement seems to confirm the Government plan to cut down the number of the Fondazioni Liriche now existing. They will not close down any of the 14 Opera Houses but will shape some of them into different legal subjects, thus providing high-quality standards only for few theaters and letting the others face a quality and economical decline.

For the time being, we decided to stop gathering signatures to see what happens! In the next few months we intend to promote some public meetings to discuss the current situation of Italian Opera Houses, whereby we can draw up a formal document to submit to the European Parliament.

Grazie e a presto!

Università popolare dell’opera di Parma

 

Comments Closed